I “Paesaggi cameristici” del Quartetto Mitja e del clarinettista Gaetano Russo aprono l’Autunno Musicale della Nuova Orchestra Scarlatti

Quartetto Mitja

Reduce dal recente successo ottenuto nell’ambito della rassegna dedicata a Debussy, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti, il quartetto Mitja, formato da Giorgiana Strazzullo e Sergio Martinoli (violini), Carmine Caniani (viola) e Andrea D’Angelo (violoncello), ha inaugurato l’Autunno Musicale della Nuova Orchestra Scarlatti.
Nella suggestiva cornice del Museo Diocesano di Napoli l’ensemble ha dato vita, insieme al clarinettista Gaetano Russo (direttore artistico della Nuova Orchestra Scarlatti) ad un intenso concerto, dal titolo “Paesaggi cameristici”, apertosi con il Quintetto per clarinetto e archi in la maggiore K. 581 di Mozart.
Capolavoro della musica cameristica di tutti i tempi, il quintetto venne composto a Vienna nel 1789 per Anton Stadler, virtuoso dell’epoca, che ispirò anche l’altrettanto celebre Concerto per clarinetto ed orchestra.
Non è un caso che lo strumento sia il protagonista principale, ma il quartetto d’archi, seppur comprimario, oltre ad interagire con il clarinetto, deve dimostrare una notevole compattezza.
Da un Mozart maturo ad un Mendelssohn appena diciottenne, con il Quartetto per archi n. 2 in la minore op. 13, risalente al 1827, ispirato dagli ultimi vertiginosi quartetti di Beethoven, scritti fra il 1825 ed il 1826, dei quali il giovane Felix aveva letto le partiture rimanendone fortemente impressionato.
Ultimo brano in programma, la trascrizione per clarinetto e archi di Preludia taneczne di Witold Lutosławski (1913-1994), curata dal maestro Francesco D’Ovidio.
Composto nel 1954 per clarinetto e pianoforte, il brano è diviso in cinque movimenti, legati ad altrettanti canti tradizionali della Polonia del Nord.
Si tratta dell’ultimo esempio di utilizzazione dei ritmi popolari da parte di Lutosławsky che, in seguito, approfittando della cosiddetta “distensione”, ebbe finalmente la possibilità di dedicarsi alla musica d’avanguardia senza temere la repressione del regime comunista.
Per quanto riguarda gli interpreti, il quartetto Mitja, costituito da musicisti giovanissimi, ma già piuttosto esperti, sta proseguendo a passi molto veloci lungo la strada di una piena maturazione, abbinata ad una notevole versatilità, che permette all’ensemble di spaziare, con uguale efficacia, dai classici ai moderni.
Lo testimoniano il Mozart molto ben eseguito, avvalendosi dell’apporto del clarinettista Gaetano Russo, un Mendelssohn dove erano ben evidenziate le atmosfere e le tensioni legate agli albori della musica romantica, e una lettura di notevole spessore del brano di Lutosławsky
Relativamente a Gaetano Russo, ha fornito l’ennesima prova di straordinaria bravura e, con la sua personalità, ha contribuito a compattare ulteriormente l’ensemble nel quintetto mozartiano, dando un notevole apporto al pezzo di Lutoslawsky, che ha portato alla ribalta anche il bravo contrabbassista Luigi Lamberti.
Pubblico che ha resistito bene soltanto al primo pezzo, iniziando a dare i primi segni di irrequietezza già con Mendelssohn, ed è apparso, inoltre, poco pronto ad accettare un brano moderno ma molto moderato come quello di Lutosławsky, durante il quale si è anche sentito distintamente e ad intervalli ripetuti, il segnale acustico di una sveglia (di cellulare o di orologio non lo sapremo mai).
La rassegna proseguirà domenica 4 novembre con una serata interamente mozartiana, durante la quale sarà eseguita la Serenata in si bemolle maggiore KV. 361, nota anche come “Gran Partita”.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.