Ai “Pomeriggi in Concerto” il pianista Davide Valluzzi conferma il suo grande talento nel recital dedicato a Maria Pia Ansalone Napolitano

Davide Valluzzi fra due rappresentanti della famiglia Napolitano

Davide Valluzzi è stato protagonista del recente appuntamento con i “Pomeriggi in Concerto”, rassegna che si svolge nel Museo Archeologico Nazionale, la cui direzione artistica è affidata al maestro Alfredo de Pascale.
Il pianista pugliese, vincitore del Premio Pianistico Internazionale “Napolinova” 2012, si è aggiudicato, nella medesima competizione, anche il premio speciale come primo fra gli italiani ammessi alla finale, istituito quest’anno da Alberto Napolitano Pianoforti per onorare la memoria della signora Maria Pia Ansalone Napolitano, da poco scomparsa, titolare per molti anni della storica ditta.
A lei era dedicato il concerto, al quale ha partecipato una nutrita rappresentanza della famiglia Napolitano, apertosi con la Sonata in re maggiore, op. 10 di Ludwig van Beethoven (1770-1827), ultima di un terzetto di brani pubblicati nel 1798, con dedica alla contessa Anna Margarete von Browne, moglie di uno dei primi mecenati dell’autore tedesco.
E’ stata poi la volta di un omaggio a Claude Debussy (1862-1918), del quale ricorrono i 150 anni dalla nascita, con la proposizione del I libro di Images, raccolta completata nel 1905 e formata da Reflets dans l’eau, Hommage à Rameau e Mouvement, pezzi tipicamente impressionistici.
Sulla stessa lunghezza d’onda e risalenti al medesimo anno, i successivi pezzi dello spagnolo Isaac Albéniz (1860-1909), tratti da Iberia, suite rivolta ai luoghi e ai ritmi della Spagna, suddivisa in quattro libri, per un totale di 12 pezzi (tre per ogni libro).
In particolare abbiamo ascoltato il I libro, comprendente Evocación, legato ai ricordi musicali dell’infanzia del musicista spagnolo, El puerto, dedicato a Cadice e Fête-dieu à Seville, che descrive la processione del Corpus Domini.
Ultimo brano proposto Après une lecture du Dante: Fantasia quasi sonata di Franz Liszt (1811-1886), appartenente al secondo volume de Les Années de Pèlerinage (1849), pezzo molto complesso, scaturito dalle impressioni ricevute dal compositore mentre leggeva la Divina Commedia.
Confrontandosi con questo programma, Davide Valluzzi ha confermato di essere un pianista bravo, versatile e molto sensibile, meritevole dei premi finora vinti, degno rappresentante della scuola pugliese che, in questi anni, sta sfornando una serie di ottimi elementi.
L’unico rammarico è che, rispetto alla serata finale del Premio Pianistico “Napolinova”, tenutasi nella Sala Vasari, l’atmosfera era molto meno raccolta, complice anche il gran caldo.
A farne le spese è stato soprattutto Debussy che, se accompagnato da una batteria di ventagli in piena agitazione, risulta decisamente poco piacevole.
Ricordiamo, infine che, prima della consegna ufficiale del premio (consistente in una borsa di studio di 500 Euro), Valluzzi ha eseguito, come bis, la suggestiva Romanza n. 2, op. 28 di Schumann, emersa a fatica dal via vai delle persone che uscivano e, accortesi del fatto che il concerto aveva una coda, rientravano rumorosamente nella sala.
La rassegna proseguirà domenica 15 luglio, con il “Duo Souvenir” formato da Carla Senese (mandolino) e Riccardo Del Prete (chitarra), impegnati in un programma vario e molto interessante.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.