Dal 9 all’11 luglio al CAMeC della Spezia Convegno internazionale di Studi paganiniani

Da lunedì 9 fino all’11 luglio al CAMeC (Centro Arte Moderna e Contemporanea). si terrà il quarto Convegno Internazionale di Studi paganiniani, realizzato dalla Società dei Concerti spezzina, dal Palazzetto Bru Zane di Venezia, dal Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini di Lucca e MusicalWords.it di Cremona.
Impegnativo quanto attraente il tema affrontato dai musicologi, provenienti da tutta Europa e dal Continente americano, che partecipano quest’anno: “La tradizione violinistica franco-belga”.
L’apertura dei lavori è prevista alle 10.30.
Gli interventi si susseguiranno ogni giorno fino alle 18.30.
A presiedere saranno Roberto Illiano, che ricopre con imparziale fervore il doppio ruolo di segretario generale del Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini di Lucca e consigliere della Società dei Concerti della Spezia, Massimiliano Sala, presidente della prestigiosa istituzione lucchese e Fulvia Morabito.
Nel corso del Convegno verranno presentate nuove ricerche d’archivio sulle fonti musicali che metteranno a fuoco l’influenza della scuola franco-belga sul violinismo europeo e d’oltreoceano.
Ulteriori approfondimenti saranno dedicati alla tradizione di bravura, alla tecnica violinistica, ai mecenati e liutai che collaborarono con i compositori di questa tradizione, al repertorio pedagogico per violino del periodo, nonché alla figura di Pierre Baillot, nella sua duplice veste di trattatista ed esecutore.
Da non perdere le relazioni dello studioso inglese David Milsom, docente all’Università di Huddersfield, lunedì 9 alle ore 12 e di Renata Suchowiejko, direttrice dell’Istituto di Musicologia dell’Università di Cracovia martedì 10 alle 15.
Mercoledì 11 è in programma anche la presentazione di Notes et Souvenirs di Charles Dancla, a cura del Palazzetto Bru Zane, prefazione di Étienne Jardin (Lione, Symétrie, 2012).
Tutte le relazioni saranno raccolte in un volume miscellaneo per la prestigiosa serie Ad Parnassum Studies, edita dalle Ut Orpheus Edizioni di Bologna.

L’ingresso al Convegno è libero.

Pausa fino a sabato 14 luglio, allorché il Quartetto Talich, che prende il nome dal suo fondatore, Jan: da quarantotto anni al timone dell’Ensemble ceco, noto in tutto il mondo, inaugurerà l’11° Festival Paganiniano di Carro, nell’incantevole borgo d’origine degli antenati del geniale Nicolò.
In programma musiche di Mozart, Beethoven e Dvořák.

Ingresso 15 euro intero, ridotto 12 euro;
navetta A/R gratuita dalla Spezia a Carro.
Info:
http://www.luigiboccherini.org/violinschool.html
www.sdclaspezia.it

Il Festival Paganiniano di Carro si avvale del sostegno, tra l’altro, della Regione Liguria, della Provincia della Spezia e dell’Associazione Amici di Niccolò Paganini, nonché del patrocinio del Touring Club Italiano e del generoso contributo di Isagro S.p.a..

Ufficio Stampa
Studio Montparnasse
Tel. 347/6843236
E-mail: studio.montparnasse@teletu.it
paola.stefanucci@teletu.it

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.