Dal 26 al 28 giugno a Benevento la sezione Jazz del Premio Nazionale delle Arti

Ancora una volta il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sceglie il Conservatorio di Benevento come sede del Premio Nazionale delle Arti.
Dal 26 al 28 giugno 2012, diversi giovani studenti, provenienti dai Conservatori di tutta Italia, saranno ospiti del Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento per la nona edizione del Premio Nazionale delle Arti, concorso riservato agli allievi delle Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale.
L’ottimo riscontro degli anni passati per l’organizzazione e la realizzazione della sezione “Musica elettronica e nuove tecnologie” e “Musica con strumenti antichi e voce”, rispettivamente per l’edizione 2010 e 2011 del Premio, ha fatto sì che l’Istituzione sannita fosse individuata dal Ministero anche per l’edizione di quest’anno per l’organizzazione della Sezione Musica Jazz.
Il concorso si avvale del patrocinio e della co-organizzazione degli assessorati alla cultura della Provincia e del Comune di Benevento.
Il concorso si aprirà martedì 26 giugno, alle ore 17.00, presso il Teatro De Simone, con una lezione-concerto dal titolo “Montare un repertorio” tenuto da Paolino Dalla Porta e Fabrizio Sferra, con una performance che vedrà co-protagonisti gli studenti del Conservatorio e i docenti Andrea Beneventano e Aldo Bassi.
Paolino Dalla Porta e Fabrizio Sferra, due vere e proprie “autorità” nel panorama jazzistico internazionale, saranno anche i componenti della commissione giudicatrice, presieduta dal critico musicale Stefano Valanzuolo, direttore generale e artistico del Ravello Festival.
Mercoledì 27 giugno, alle ore 11.00, presso la Sala “Benedetto Bonazzi” del Conservatorio, è prevista una conversazione sul tema “Festival a confronto” con gli interventi di Giulio Baffi, direttore artistico di Benevento Città Spettacolo, di Alfonso Scarinzi, direttore artistico di Aspettando Giffoni e di Stefano Valanzuolo, direttore generale e artistico del Ravello Festival.
Alle ore 15.30, presso il Teatro De Simone, è in programma la prima selezione dei sei gruppi partecipanti, provenienti dai Conservatori di Cosenza, Frosinone, Genova, Monopoli, Piacenza, Rovigo. Saranno selezionati 3 gruppi per la semifinale.
Giovedì 28 giugno, alle ore 10.00, dei tre gruppi la commissione ne sceglierà due che parteciperanno alla finale in programma per le ore 18.00.
Il concorso si concluderà con la premiazione e il concerto finale del gruppo vincitore.
“Il Premio Nazionale delle Arti – ha detto Giorgio Bruno Civello, direttore generale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale del Miur – offre uno spaccato reale di un Paese ricco di tesori e di talenti, stimolando il confronto tra le istituzioni, la voglia e la capacità di mettersi in gioco e di migliorare gli aspetti creativi e progettuali, dal momento che ogni edizione del concorso si è arricchita di novità. Al Conservatorio “Nicola Sala” vanno gli apprezzamenti ed i complimenti più sentiti per la capacità di proporsi in modo positivo e costruttivo nei percorsi dell’Alta formazione, della produzione e della ricerca. Alle Istituzioni locali l’invito a sostenere e ad incoraggiare sempre più questo significativo cammino. L’arte e la musica sono potenti attrattori e incubatori culturali su cui investire, volgendo lo sguardo ai talenti, alle vocazioni e, soprattutto, ai giovani”.

(A cura di Rossella De Ioanni studente del Biennio specialistico in Chitarra, indirizzo interpretativo-compositivo, collaboratrice Ufficio Comunicazione)

Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala”
Via Mario La Vipera, 1 – 82100 Benevento
Tel. 0824.21102
fax 0824.50355
sito web: www.conservatorionicolasala.eu

__________________________________________________

Stefano Valanzuolo
Nato a Napoli, è iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1985.
Dal 1989 è critico musicale del quotidiano “Il Mattino”.
Dal 1998 firma recensioni, interviste e servizi speciali per la rivista musicale “Amadeus”. Collabora con Rai Radio3 (Radio3 Suite, Zazà) e con “Sistema Musica”.
Pubblica saggi e note di sala per le principali istituzioni musicali italiane.
È coautore della guida “I luoghi della Musica”, edita dal Touring Club Italiano (2005).
Dal dicembre 2008 è Direttore generale e artistico del Ravello Festival, del cui staff fa parte dal 2003.
Nel 2005 ha ideato il festival “MozArt Box” (Palazzo Reale di Portici), assumendone la direzione artistica sin dalla prima edizione.
Ha firmato la riduzione teatrale della novella “Mozart in viaggio verso Praga” di Mörike, in scena per il “Maggio Mozartiano Internazionale” (Napoli, 1999).
Sua anche la drammaturgia dello spettacolo musical teatrale “Le sorelle Bronte”, scelto ad inaugurare il XL Festival Internazionale del Teatro – Biennale di Venezia (2009).
Ha curato le scelte musicali dello spettacolo “Il sogno dei Mille”, regia di Maurizio Scaparro (Napoli Teatro Festival Italia 2011; Teatro La Pergola, Firenze).
Ha scritto soggetto e testo dello spettacolo “The Fool on the Hill”, con il Quartetto Savinio e Michele Riondino (2012).
Nel 2012 ha pubblicato il racconto di argomento calcistico “Truci a San Siro” (Edizioni Centoautori).
Docente al corso di recitazione per cantanti promosso dal Teatro Stabile di Torino (2008 – 2010), ha tenuto lezioni nell’ambito dei corsi di II livello dei Conservatori di Napoli, Bari e Benevento.
Componente della giuria di numerosi concorsi nazionali e internazionali: Concorso di Musica da Camera di Trapani, Concorso di Quartetto d’archi di Bordeaux (2001, 2007, 2010), Concorso di violino “Curci” 2008, Concorso Pianistico “Thalberg” 2012, Pemio delle Arti – MIUR 2011.
Nel 2007 ha ricevuto il Premio “Oltre l’orizzonte” dal Conservatorio di San Pietro a Majella per l’attività svolta nel contesto culturale napoletano.

Paolino Dalla Porta
Nato a Mantova il 25-7-1956, inizia a suonare la chitarra a 10 anni studiando musica privatamente.
Dal 1972 al ’78 studia chitarra classica presso la “Scuola Civica di Milano” e contemporaneamente si dedica alla musica Jazz.
Ha frequentato i corsi di composizione contemporanea tenuti dal M° Ivan Fedele presso la “Scuola Civica di Milano – Sezione contemporanea”.
Dal 1977 suona il contrabbasso.
Attivo sulla scena jazzistica italiana dal 1978, in questi anni ha suonato, registrato e collaborato con numerosi musicisti e gruppi nazionali ed internazionali tra i quali: Dave Liebman, Pat Metheny, Lester Bowie, Michel Petrucciani, Kenny Wheeler, Sam Rivers, Billy Cobham, Paul Bley, Aldo Romano, Enrico Rava, Lee Konitz, Don Cherry, Mick Goodrick, Tony Oxley, Mal Waldrom, Gianluigi Trovesi, Manhu Roche, Leroy Jenkins, Glenn Ferris, Massimo Urbani, Oliver Lake, Franco D’Andrea, Ran Blake, Nexus 5tet, Antonello Salis, Jimmy Owens, Daniel Humair, Maurizio Giammarco, Don Moye, Paolo Fresu, David Friedman, Tiziana Ghiglioni, Manfred Schoof, Flavio Boltro, Roberto Gatto, Misha Mangelberg, Han Bennik, Bill Elgart, Grande Orchestra Nazionale, Bob Moses, Richard Galliano, Francis Bebey, Dominique Pifarely, Claudio Fasoli, Kurt Rosenwinkel, David Murray, Dave Burrel, Adam Nussbaum, Paul McCandless, Stefano Battaglia, John Taylor, Sainkho Namtchylak, Gianluca Petrella, Eliot Zigmund, Roswell Rudd, Norma Winstone, Dave Binney, Nelson Veras, John Tchicai, Maria Pia De Vito, Bill Stewart, Mark Turner, George Garzone, Uri Caine, Josh Roseman, Kenny Wherner, Bill Carrothers, Steven Bernstein, Greg Hutchinson, Jeff Ballard, Avishai Cohen etc.
Ha partecipato a varie rassegne e festival internazionali di jazz tra i quali: Umbria Jazz, North Sea Jazz Festival, Melbourne, Chicago, Marciac, Paris-Parc Floral, Pisa, Grenoble, Clusone, Wien, Roccella Jonica, Rive de Geres, Koln, Biennale di Venezia, Umbria Jazz Winter, Le Mans, Zurich, Basel, Cagliari, Ciack-Milano, Padova, Montpellier, Sant’Anna Arresi, Pompei, La Spezia, Maastricht, San Remo, Reggio Emilia, Calvì, Atina, Genova, Noci, Bolzano, Nevers, Trento, Ravenna, Pescara, Berchidda, Siena, Maribor, Ivrea, Vignole, Fano, Chur, Verona, Biennale di Zagabria, Iseo, Vicenza, Hamburg, Porquerolles, Arnhem, Boulogne S.M., Skopje, Glasgow, Vitrolles, Couches, Womex-Berlin, Gent, Seyne Sur Mer, Gerusalemme, Coutances Roma, Buenos Aires etc. Con lo spettacolo multimediale “Far away wave” ( Elena Ledda, Lester Bowie, Sandro Satta etc.), ha compiuto una tournée in Australia nel 1988, suonando a Sydney, Melbourne e Brisbane ed un tour negli Stati Uniti nell’89 al “Simphony Space Theatre” di New York e al “World Festival” di Atlanta. Nel 1995, con il quartetto di Alain Brunet, ha compiuto un tour in Polinesia Francese. Nel 2005 tour in Nuova Caledonia, Australia e Colombia con il Devil 4tet di Paolo Fresu.
Nel 2010 ha tenuto 4 concerti al World Expo di Shangai in Cina col quartetto di Francesco Cafiso.
Nel 2011 tour in Uruguay e Argentina con i Devil 4tet. Ha suonato inoltre in numerosi jazz clubs, teatri e rassegne in Francia, Svizzera, Austria, Germania, Belgio, Olanda, Inghilterra, Spagna, Norvegia, Israele, Scozia, Russia, Portogallo, Lussenburgo, Libano, Marocco, Croazia e Slovenia. Collaborazioni teatrali e coreografiche con Tino Schirinzi, Teri Weikel, Paolo Ciarchi, Roberta Palmieri, Renato Carpentieri, Nuria Sala Grau. Ha collaborato con compositori di musica contemporanea ed elettronica quali Carlo Boccadoro, Bruno De Franceschl, Oliviero Lacagnina. Franco Maurina.
Nel 2000 ha composto e arrangiato le musiche per il film “Domenica” di Wilma Labate, selezionato per il Festival di Berlino, la musica originale per il documentario televisivo “Magia d’Africa” di Achille Mauri (1977) e per il docu-film “Inge Film” su Inge Feltrinelli di Luca Scarzella (2010).
Dal 1993 è docente di contrabbasso e musica d’insieme presso i Seminari estivi di Siena Jazz e dal 2005 insegna contrabbasso jazz presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.
Dal 2001 al 2005 ha insegnato strumento presso il CPM (Centro Professione Musica ) di Milano ed alla New York University di Firenze nel 2010. Ha tenuto inoltre masterclass di strumento ed improvvisazione a Milano, Vicenza, Parma, Bari, Firenze, Palermo, Salò, Marsala, San Vito lo Capo (Tp), Fermo, Nuoro, Albarella, Merano, Varese, Castell’Arquato, Genova, Laurino, Sant’Anna Arresi, Trieste.
Attualmente, oltre ad una intensa attività di free lance, P. Dalla Porta suona con Paolo Fresu (Devil Quartet – Kind of Porgy & Bess Sextet – Ethnografie), con Gianluca Petrella (Indigo 4), nel quartetto italiano di Francesco Cafiso, con Stylus 4tet (Tino Tracanna, Giovanni Falzone), in duo con Bebo Ferra, in trio con George Garzone e Manhu Roche, G. Falzone Special Band, Dino Rubino Trio ed è anche leader di vari progetti musicali, dal duo al settetto, per i quali compone musica originale.
Ha partecipato inoltre alla realizzazione di centoventi dischi (Lp e CD) di cui cinque a proprio nome ed una quindicina come coautore.
Nel 1994 il suo disco “Tales” è stato recensito con quattro stelle dalla prestigiosa rivista americana di jazz “Down Beat”.
Nel 2008 ha vinto il premio della rivista InSound come miglior contrabbassista italiano.
Nel 2009 si è classificato primo tra i contrabbassisti italiani nel referendum della rivista Musica Jazz (Top Jazz – Sezione Ritmica).

Fabrizio Sferra
Nato a Roma il 9 novembre 1959, inizia l’attività di batterista di jazz sul finire degli anni ’70 e si afferma man mano sulla scena nazionale collaborando con prestigiosi musicisti italiani e stranieri, fra i quali: Enrico Pieranunzi, Massimo Urbani, Antonello Salis, Maurizio Giammarco, Pietro Tonolo, Rita Marcotulli, Stefano Battaglia, Enrico Rava, Franco Ambrosetti, Chet Baker, Lee Konitz, Mal Waldron, Kenny Wheeler, Toots Thielemans, Paul Bley, Pat Metheny, Miroslav Vitous…
Significativa l’esperienza dall’83 al ’92 con il pianista Enrico Pieranunzi ed il contrabbassista Enzo Pietropaoli; il loro “Space Jazz Trio” si aggiudica fra l’altro, nell’88 e nell’89, i referendum della critica indetti dalla rivista ” Musica Jazz “, rispettivamente come miglior disco e migliore formazione dell’anno.
A distanza di dieci anni, nel ’98 e nel ’99, e poi ancora nel 2001 e nel 2003, gli stessi referendum vanno al “Doctor 3 “, trio creato da Sferra nel ’97, con Danilo Rea al piano e lo stesso Pietropaoli al basso, gruppo che rappresenta fra l’altro, nel gennaio del 2001, il jazz italiano nella storica ” Town Hall ” di New York.
In tre decenni di attività, molti i festival internazionali ai quali prende parte, fra i quali: Umbria Jazz, Clusone, Ravenna, Roma, Berlino, Francoforte, Colonia, Madrid, Cophenaghen, Nantes, Bruxelles, Singapore, Nuova Dhely, Pechino, Chicago, LosAngeles, S. Francisco, Santiago, San Paolo, Buenos Aires… Fra i progetti stabili, oltre al “Fabrizio Sferra Trio”, con Giovanni Guidi e Francesco Ponticelli, troviamo il Quintetto di Enrico Rava, il trio Cisi – Di Castri – Sferra, il quartetto di Maurizio Giammarco e Phil Markowitz,con Piero Leveratto al contrabbasso, il Quartetto di Miroslav Vitous con Gary Campbell e Franco Ambrosetti, due trii chitarristici, uno con Fabio Zeppetella e Dario Deidda, l’altro con Bebo Ferra e Rosario Bonaccorso.
E’ inoltre in calendario un nuovo progetto discografico in trio con Gianluca Petrella e Paolino Dalla Porta. Insieme al musicista Massimo Nunzi e allo scrittore francese Yann Apperry, ha ideato e realizzato e conduce l’opera “Calvino Reloaded”, un progetto multimediale liberamente ispirato alle “Lezioni Americane” di Italo Calvino.
Svolge attività didattica sul territorio nazionale con seminari e clinics, collaborando stabilmente, fra l’altro, con l’Accademia Nazionale di Siena Jazz.
Per quanto riguarda qualche breve cenno sulle sue attività artistiche al di fuori del campo musicale, nell’ambito dell’interesse per il Cinema, un suo lavoro, in qualità di autore e regista, “Biscotti”, prodotto da Rai 2, si aggiudica nel ‘96 il “Globo d’oro della Stampa Estera” come miglior cortometraggio italiano dell’anno.
Come fotografo, inoltre, a partire dal ’95, espone alcuni suoi lavori in diverse città d’Italia.
Nella discografia troviamo :
– ” Autumn Song “, Pieranunzi Trio + Massimo Urbani, Enja 1984
– ” Space Jazz Trio vol. 1″, Pieranunzi Pietropaoli Sferra, yvp 1986
– ” Sound Investigations “, Malaguti Pietropaoli Sferra, Splasc(h) 1987
– ” Meridies “, Space Jazz Trio, Gala Records 1988
– ” Little Girl Blue “, S J T + Chet Baker, Philology 1988
– ” Synthetismos “, Malaguti Pietropaoli Sferra, Splasc(h) 1989
– ” Kars “, Ares Tavolazzi Trio, Artis Records 1989
– ” Lunaria ” Francesco D’Errico quartetto, Sunset Studio 1989
– ” Something “, Malaguti Pietropaoli Sferra, Nueva 1990
– ” Triologues “, Pieranunzi trio, yvp 1991
– ” Leapin’ in “, Stefano D’Anna trio, Splasc(h) 1992
– ” Tartana “, Francesco D’Errico quartetto, yvp 1992
– ” Movin’ Lines ” Fabio Zeppetella trio + Kenny Wheeler, DDQ 1995
– ” Sintesi “, Meta Quartet ( Salis, Lay, Satta, Sferra ), VVJ 1996
– ” Riflessi e Ideati ” Francesco D’Errico, Polo Sud 1997
– ” Tales of Doctor Three “, Doctor 3, VVJ 1998
– ” The songs remain the same “, Doctor 3, VVJ 1999
– ” Bambini forever “, Doctor 3, VVJ 2001
– ” Small Changes “, Changes, Splasc(h) 2001
– ” Seven + Eight “, Giammarco-Markowitz quartet, Night Bird Music 2001
– ” The Book of Jazz vol.1″, Battaglia DallaPorta Sferra, Symphonia 2001
– ” The Book of Jazz vol.2″, Battaglia DallaPorta Sferra, Symphonia 2002
– “ Winter Tales”, Doctor 3, VVJ 2003
– “ Full of life”, Rava Girotto Tavolazzi Sferra quartet, CAM 2003
– “ Visions”, Ferra Bonaccorso Sferra Trio, Abeat 2007
– “ Doctor3”, Jazz Italiano Live, Gruppo Editoriale L’Espresso 2007
– “ Blue”, Doctor 3, VVJ 2007
– “ Welcome”, Cisi DiCastri Sferra Trio, EffeMusic 2008
– “ Canzoni del ‘68”, Doctor 3, Jazz Italiano Live, G. E. L’Espresso 2008
– “ The Auditorium Session” Tom Harrel- M.Giammarco, Pdm records 2008
– “ Rooms “ Fabrizio Sferra Trio, Universal 2009
– “ Uutold” Giancarlo Maurino Quartet, Djanian 2010

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.