Sabato 16 giugno “Passeggiata tra le Suites” di Silvia Chiesa al Festival Echos nell’Abbazia di Rivalta Scrivia

Foto Ugo Dalla Porta

In una cornice tra le più suggestive – l’antica Abbazia di Rivalta Scrivia, Tortona – sabato 16 giugno, alle 21.15, il Festival Echos ospita un récital della violoncellista Silvia Chiesa.
In programma un’originale “Passeggiata tra le Suites” che accosta brani per violoncello solo del Barocco e del Novecento: da Johann Sebastian Bach a Benjamin Britten e Gaspar Cassadó.
Nel frattempo i due nuovi CD di Silvia Chiesa – Nino Rota Cello Concertos (Sony) e Brahms/Schubert Cello Sonatas (Decca) – stanno ottenendo recensioni positive dalla critica nazionale e internazionale: Sole 24 Ore, L’Espresso, D- Repubblica, Amadeus, Archi Magazine, Diapason, Giornale della Musica, Klassik.com, Musica, Suonare News, Radio 3 Suite, Radio Svizzera Italiana.
“E’ un po’ come accompagnare gli ascoltatori in un percorso tra i suoni del violoncello, dove ogni momento musicale ha una sua precisa caratterizzazione”, è il commento di Silvia Chiesa al programma del concerto.
“Lo immagino come un’avventurosa passeggiata in montagna, dove si possono ammirare panorami mozzafiato con la terza suite di Bach, attraversare boschi misteriosi con Britten, raggiungere le vette più alte e solitarie con la quinta suite di Bach, e infine lanciarsi in una emozionante discesa con Cassadò”.

Ingresso libero

Per ulteriori informazioni
info@festivalechos.it
http://www.festivalechos.it/article228.html

_____________________________________

Silvia Chiesa
Milanese di nascita e bolognese per scelta, Silvia Chiesa è la più conosciuta violoncellista italiana sulla scena internazionale.
Dopo gli studi con Filippini, Brunello e Janigro, ha intrapreso una brillante carriera solistica e si esibisce regolarmente in Francia (dove di recente la tv France 3 le ha dedicato una puntata dell’ambito programma Toute la musique qu’ ils aiment), ma anche in Inghilterra, Cina, Usa, Russia e Israele.
Ha eseguito in prima italiana musiche di Nicola Campogrande, Aldo Clementi, Michele Dall’Ongaro, Peter Maxwell Davies, Giovanni Sollima, e per lei hanno scritto compositori come Azio Corghi e Matteo D’Amico.
Violoncellista del Trio Italiano dal 1997 al 2002, continua a dedicarsi alla musica da camera: in duo con il pianista Maurizio Baglini – suo partner anche nella vita – e con interpreti come Mario Brunello, Bruno Canino, Raina Kabaivanska, Andrea Lucchesini e Shlomo Mintz.
Nel 2011 è uscito per Sony il suo CD con i due Concerti di Nino Rota – in occasione del centenario della nascita – insieme con l’Orchestra Rai di Torino diretta da Corrado Rovaris.
Il 2 ottobre 2011, in duo con Baglini, ha inaugurato la stagione dei Concerti del Quirinale in diretta su Radio3.
Pochi giorni dopo è uscito il cd, in duo con Baglini, con le Sonate per violoncello e pianoforte di Brahms e l’“Arpeggione” di Schubert per l’etichetta Decca.
Suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.