Venerdì 13 aprile il Quartetto Jerusalem chiude l’89ª Micat in Vertice dell’Accademia Chigiana

A Siena il Quartetto Jerusalem chiude l’89ª Micat in Vertice dell’Accademia Chigiana.
L’appuntamento con il gran finale della stagione concertistica invernale è per venerdì 13 aprile, alle ore 21, a Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89), dove Alexander Pavlosky (primo violino), Sergei Bresler (secondo violino), Ori Kam (viola) e Kyril Zlotnikov (violoncello) proporranno il Quartetto in sol maggiore op. 18 n. 2 di Beethoven, il Quartetto in la minore op. 51 n. 2 di Brahms e il Quartetto n. 14 in fa diesis minore op. 142 di Šostakovič.
Il Quartetto Jerusalem, già conosciuto al pubblico senese, è costantemente presente sui più importanti palcoscenici del mondo. Con un crescente apprezzamento negli Stati Uniti, dove ha suonato in diversi teatri di New York, Chicago, Los Angeles, Philadelphia, Cleveland e Washington, ha intrapreso quest’anno un tour di 11 concerti.
Torna inoltre alla Wigmore Hall di Londra e al Bath Festival; altre date europee includono esibizioni in grandi sale quali Concertgebouw ad Amsterdam e Herkulessaal a Monaco.
Il Quartetto Jerusalem prosegue inoltre la sua residenza al Centro Cultural Miguel Delibes a Valladolid, in Spagna.
In questa stagione il Quartetto ha approfondito la musica da camera di Brahms con progetti speciali all’Auditorium du Louvre di Parigi, all’Hamburger Ostertöne Festival e al De Doelen di Rotterdam. Altri concerti sono previsti a Lione, Lisbona e Genova. Nella stagione 2009-2010 il Quartetto Jerusalem ha eseguito il progetto Mozart Plus alla Wigmore Hall con i quartetti e i quintetti di Mozart, insieme al violista Lawrence Power. Il programma è stato poi ripetuto in tante città d’Europa quali Amsterdam, Rotterdam, Monaco e Zurigo.
Il Quartetto Jerusalem ha un contratto discografico in esclusiva con Harmonia Mundi; le sue incisioni hanno ricevuto numerosi premi. Il disco dei Quartetti di Haydn ha vinto la categoria Musica da camera del premio BBC Music Magazine 2010 e il Diapason d’Or Arte: nel 2009 La morte e la Fanciulla di Schubert ha ricevuto l’ECHO Classic Award ed è stato Editor’s Choice nel luglio 2008 per la rivista Gramophone.
La registrazione più recente, che comprende tre quartetti di Mozart, è stata pubblicata nel marzo 2011.
Nel 2003 il Quartetto è stato vincitore del primo Borletti-Buitoni Trust Award. È stato anche parte del primo progetto BBC New Generation Artists dal 1999 al 2001.

I biglietti (interi 25 o 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita concerto anche domani, venerdì 13 aprile, presso Palazzo Chigi Saracini, a partire dalle ore 20.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Accademia Musicale Chigiana,
tel. 0577 22091, www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.