Giovedì 5 aprile doppio appuntamento brasiliano con la Gioventù Musicale di Modena

La Gioventù Musicale d’Italia sede di Modena presenta giovedì 5 aprile due appuntamenti dedicati alla musica brasiliana.
Gli spazi dell’Ex Ospedale Sant’Agostino ospiteranno, alle ore 18, la conferenza-ascolto intitolata La musica brasiliana che sarà condotta da Marco Boccitto, esperto conoscitore della musica etnica, apprezzato per le sue trasmissioni su Radio3 (Battiti, Alza il Volume) e per gli approfondimenti sulle pagine di Alias, inserto culturale del Manifesto.
Come un vero “mischiadischi giramondo”, Marco Boccitto condurrà il pubblico in un viaggio tra i ritmi e le sonorità di un Paese ricco di magia e cultura attraverso accurate selezioni musicali e video, come fece nel 2011 quando fu ospite di successo della GMI per l’incontro dedicato alla musica africana.
L’appuntamento è a ingresso libero e si svolge in collaborazione con la Fondazione Fotografia in occasione della mostra Decimo Parallelo: una raccolta di 100 opere, riferite a 22 artisti, che raccontano il subcontinente Indiano e il Sudamerica e che sarà possibile visitare anche in questa occasione dalle ore 15 alle 19.

Al termine dell’incontro con Marco Boccitto, la Gioventù Musicale modenese propone un veloce buffet al Baluardo della Cittadella, alle ore 20, per il pubblico che intende ascoltare “Graffiando vento” alle ore 21: l’ultimo concerto della rassegna GezzMI per la stagione 2011-2012 al Baluardo.
Il progetto discografico Graffiando vento è nato nel 2003 dall’incontro tra Guinga, eclettico chitarrista di Rio de Janeiro, erede delle tradizioni di Heitor Villa-Lobos e tra i più geniali compositori brasiliani in circolazione, e Gabriele Mirabassi, clarinettista umbro tra i massimi virtuosi a livello internazionale.
Il duo proporrà brani tratti dal loro cd, pubblicato da Egea, che dà il titolo alla serata.
Presentato in occasione di Umbria Jazz Summer 2004, Graffiando vento è stato subito definito dall’importante quotidiano Folha de Sao Paulo “migliore disco di musica strumentale brasiliana dell’anno”.
Il clarinetto di Mirabassi, sempre in bilico tra improvvisazione jazz e tradizione colta europea, dialoga con il tocco decisamente carnale e cinematografico della chitarra di Guinga e con la sua voce.
Terreno del loro incontro è la Musica Popular Brasileira di cui Guinga è uno dei musicisti in patria più stimati.
L’incontro Mirabassi-Guinga lascia una traccia profonda nella storia della musica jazz e non solo.
In Graffiando vento si incrociano due linguaggi, due strumenti, due musicisti provenienti da aree geografiche e culturali diverse.
Gabriele Mirabassi è un artista vigile sempre pronto a captare nuove connessioni possibili e ad accettare nuove sfide.
La GMI modenese ha avuto l’onore di ospitarlo già nel 2009 con un altro progetto “brasiliano”, dedicato ad André Mehmari, in duo con il pianista Andrea Lucchesini.

I biglietti per il concerto Graffiando Vento (da 10 a 15 euro) sono in vendita un’ora prima dell’inizio presso il Baluardo della Cittadella, e presso la sede della GMI dal martedì al venerdì, dalle 17.00 alle 19,30 e il sabato dalle 10 alle 12,30.
Tel 059 9781690
Solo il giorno del concerto: 331 3345868

Per ulteriori informazioni: www.gmimo.it

Ufficio GMI
Modena, Rua Muro 59
e-mail: info@gmimo.it
Tel.: 059 9781690

Ufficio stampa
Cecilia Brandoli
e-mail: cecilia.brandoli@gmail.com
cell.: 333 21 67122
________________________________

Gabriele Mirabassi
Dopo il diploma in clarinetto, studia inizialmente le tecniche esecutive peculiari della musica contemporanea.
Dall’incisione di Coloriage (1991), in duo col fisarmonicista Galliano, l’attività jazzistica diventa totalizzante.
Con Stefano Battaglia incide Fiabe, con Sergio Assad Velho Retrato e Cambaluc.
Nel 1996 vince il Top Jazz nella categoria miglior nuovo talento.
Nel 2000 a Umbria Jazz presenta insieme a Luciano Biondini, Michel Godard e Francesco D’Auria il progetto Lo Stortino che riceve consensi di critica e di pubblico per l’attenzione alle architetture compositive legate alla tradizione popolare e alla musica colta europea.
Tra i dischi successivi: 1 a 0 incentrato sul choro brasiliano, Latakia Blend con Biondini e Godard, Fuori le mura sempre con Biondini e New Old Age, con John Taylor e Steve Swallow.
Le collaborazioni sono numerosissime ed estremamente eterogenee sul piano degli stili e dei linguaggi: Mina, Cage, Fossati, Zegna, Pieranunzi, Gatto, Zavalloni, Trio madeira-brasil, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Brunello.
Negli ultimi anni ha ampliato il suo panorama di collaborazioni: da Gianmaria Testa allo scrittore Erri De Luca (“Chisciotte e gli invincibili”), Barbara Casini e Monica Demuru (spettacolo/concerto “Costruzione”).
L’ultima fatica è Canto d’ebano omaggio allo straordinario legno africano e alle appassionate mani (italiane) che lo trasformano in clarinetto.
Mirabassi è stato ospite della GMI modenese con un altro progetto “brasiliano”, dedicato ad André Mehmari, il 21-3-2009, in duo con il pianista Andrea Lucchesini.

Guinga
Compositore, chitarrista, cantante di Rio de Janeiro, è considerato unanimemente da critici e musicisti come l’autore più importante della moderna Musica Popular Brasileira, capace di recuperarne la tradizione più vera e profonda rinnovandola dall’interno con soluzioni armoniche e invenzioni creative senza pari.
Artista di culto nel suo paese, negli ultimi anni Guinga ha ricevuto un riconoscimento internazionale sempre più ampio.
Con i suoi ultimi quattro dischi ha ricevuto quattro nomination al Latin Grammy Awards come miglior rappresentante della MPB.
Le sue canzoni, composte coi parolieri Paulo Cesar Pinheiro, Aldir Blanc e, recentemente, Chico Buarque, sono state registrate da molti nomi importanti, fra cui Elis Regina, Michel Legrand, Sergio Mendes, Chico Buarque, Clara Nunes e Ivan Lins. Leila Pinheiro ha dedicato l’intero CD Catavento e Girassol (EMI-Odeon 1996) alle sue composizioni con Aldir Blanc. Fra queste, Cha de Panela ha vinto il Premio Sharp 1996 come migliore musica popolare brasiliana.

Programma

Giovedì 5 aprile – Gezzmi
Ore 18
Ex ospedale Sant’Agostino
La musica brasiliana
Incontro con Marco Boccitto
Ascolti e proiezioni in collaborazione con Fondazione Fotografia
Ingresso libero

Ore 20
Baluardo della Cittadella
Aperitivo tardivo

Ore 21
Concerto
Graffiando vento
Gabriele Mirabassi clarinetto
Guinga chitarra e voce
________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.