Venerdì 23 marzo Olga Laudonia ai “Vespri d’organo”

Venerdì 23 marzo, alle ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), nuovo appuntamento con la VI edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico è il maestro Mauro Castaldo.
Ospite della serata Olga Laudonia che si confronterà con un repertorio organistico compreso fra la fine del Cinquecento e i primi del Settecento.
L’apertura sarà rivolta al Ricercare I tono di Giovanni de Macque (1548/1550–1614), autore franco-fiammingo che trascorse buona parte della sua vita in Italia, attivo a Napoli dal 1585, dove collaborò per diversi anni con Gesualdo da Venosa.
In seguito ricoprì numerosi incarichi, divenendo una delle personalità di maggior prestigio della scuola napoletana dell’epoca.
A seguire ascolteremo il Ricercare IV del partenopeo Ascanio Mayone (ca. 1565-1627), uno degli allievi più illustri di de Macque, che fu, fra l’altro, organista e maestro di cappella nella chiesa dell’Annunziata.
Sarà quindi la volta di Girolamo Frescobaldi (1583-1643), ferrarese trapiantato a Roma, il cui apporto alla letteratura organistica del Seicento risulta fondamentale.
Un esempio significativo è fornito dalla Toccata IV, appartenente alla raccolta Toccate e partite d’intavolatura di cimbalo, libro primo, pubblicata a Roma nel 1615.
Molto famoso era anche il toscano Bernardo Pasquini (1637-1710), che portò avanti una carriera di tutto rispetto a Roma, ed è considerato, in ambito clavicembalistico, una figura di passaggio tra Frescobaldi e Domenico Scarlatti.
La sua produzione toccò tutti i generi, ed i brani in programma, Bergamasca, Partite di Bergamasca e Partite di Follia, appartenenti alle Variazioni e Partite (1702), danno una valida idea del contributo di Pasquini al repertorio per organo.
Ultimo autore considerato, Bernardo Storace (ca. 1637-ca. 1707), del quale non si sa praticamente nulla.
L’unica cosa certa è che fu vice maestro di cappella del senato accademico di Messina, notizia presente nell’intestazione della Selva di varie compositioni d’intavolatura per cimbalo ed organo (1664), unico suo lavoro giunto fino a noi, dove sono contenute le Partite sopra il cinque passi, la Passacaglia in do minore e la Ciaccona che chiuderanno un recital quanto mai interessante.

L’ingresso è libero

Prossimi appuntamenti della rassegna, venerdì 13 aprile, alle ore 19,30, nella chiesa di S. Pietro ad Aram, con il recital di Giovanni Picciafoco e venerdì 27 aprile, alle ore 19,30, nella Chiesa dell’Immacolata al Vomero, con il concerto di monsignor Vincenzo De Gregorio

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 – Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.trabaci.com

Olga Laudonia
Nata a Sorrento nel 1981, ha iniziato gli studi musicali nel 1997 con il Maestro Vincenzo De Gregorio e in soli sei anni ha conseguito il Diploma in Organo e Composizione organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, dove ha poi seguito il corso di tirocinio.
Ha proseguito gli studi musicali presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia, conseguendo nel 2008 il Diploma Accademico di secondo livello in Organo e Composizione organistica sotto la guida del Maestro Wijnand van de Pol.
Diplomata in Clavicembalo presso il Conservatorio di Napoli, è attualmente iscritta al primo anno del Diploma accademico di secondo livello in Clavicembalo nella classe di Enza Caiazzo presso il medesimo Conservatorio.
Ha seguito corsi di perfezionamento in organo e clavicembalo con maestri di chiara fama internazionale, quali: Pier Damiano Peretti, Klemenns Schnorr, Emilia Fadini, ect.
Agli studi musicali ha affiancato quelli umanistici: infatti, nel 2005 ha conseguito la Laurea in Lettere Moderne – Settore Musica e Spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con una tesi in Storia della Teoria Musicale sull’organista Franco Michele Napolitano.
Vincitrice del Secondo Premio al Concorso nazionale d’organo “Premio Goffredo Giarda” (Roma – 2004), ha partecipato come relatrice al Convegno internazionale di studi “Napoli e l’Europa: gli strumenti, i costruttori e la musica per organo dal XV al XX secolo” (Battipaglia, Salerno – Accademia Organistica Campana, 2004).
Ha tenuto concerti in occasione di eventi e rassegne quali: l’inaugurazione del Nuovo Anno del Corpo Consolare di Napoli (Sala Scarlatti, Napoli 2004), la mostra “La città cantante” a cura del Maestro Pasquale Scialò (Università “Suor Orsola Benincasa”, Palazzo reale, Napoli 2008 – 2009), la presa della Diaconia di Nostra Signora del Sacro Cuore di S. E. Cardinale Kurt Koch (Chiesa del Sacro Cuore in Piazza Navona, Roma 2011), la rassegna di concerti inaugurali del nuovo organo Mascioni della Chiesa dei Ss. Cosma e Damiano (Vairano, Ce 2011), ect.
Docente di Educazione musicale presso la Scuola Primaria del Conservatorio “Santa Maria della Pietà” di Sorrento, dal 2004 è organista titolare del Santuario della Madonna del Carmine della stessa città.

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.