Un suggestivo “Trittico alla Luna” inaugura l’edizione 2012 di Convivio Armonico di Area Arte

La Sala di Rappresentanza della Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola ha ospitato il concerto inaugurale dell’edizione 2012 di Convivio Armonico, organizzato dall’Associazione Area Arte.
Il programma prevedeva alcuni brani per percussioni, talora con aggiunta dell’organo, tratti dalla produzione di autori napoletani contemporanei.
Ad eseguirli l’Ahirang Ensemble, formato da Gennaro Damiano (direttore), Giuseppe Lettiero, Ciro Famiani, Domenico Monda e Sandro Verlingieri, afferenti al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.
L’apertura era rivolta a La Luna fra le montagne d’ottobre per ensemble di percussioni, scritto dai componenti dell’Ahirang, seguita da Kluster di Antonio Buonomo (1932), fra i pionieri delle percussioni a Napoli, e da Rondohengrin per percussioni e sassofono di Gaetano Panariello (1961).
Clou della serata, per la sua notevole complessità, il Trittico alla Luna per ensemble di percussioni ed organo di Livio De Luca, che ha dato il titolo all’intero concerto, in cui l’autore rievocava la conquista della Luna, risalente al 1969, e il suo cosiddetto “bombardamento”, avvenuto esattamente quaranta anni dopo.
Quest’ultimo suscitò numerose polemiche, in quanto fu provocato dal lancio di una sonda ad altissima velocità (9000 Km/h), contro il cratere Cabeus, dove era presente una enorme quantità di ghiaccio, allo scopo di analizzare il contenuto della polvere sprigionatasi dal violentissimo impatto.
Ciò era ben descritto nel brano che, da un’atmosfera quasi celestiale di partenza, sottolineata in particolare dall’organo, aumentava man mano la sua tensione, facendo progressivamente prevalere i timpani, fino all’esplosione conclusiva.
Ultimi due brani proposti, Incantesimo Lunare di Gaetano Panariello e Capriccio di Livio De Luca, entrambi concepiti per percussioni ed organo.
Il primo risultava ricco di suggestioni fiabesche, mentre il secondo attingeva liberamente al Capriccio n. 24 in la minore di Paganini, ammantandolo di atmosfere che rimandavano ai film di fantascienza.
Per quanto riguarda gli interpreti, l’ensemble Ahirang ha dimostrato di essere costituito da percussionisti di elevatissimo livello, a dispetto della giovane età di gran parte dei sui componenti, evidenziando al meglio la complessità e la solida struttura dei brani eseguiti.
Molto buona anche la prova di Rosa Montano, nel ruolo abbastanza insolito di organista, che ha ben interagito con le percussioni, riuscendo a tenere testa alle loro potenti sonorità.
Una nota di merito va, infine, al sassofonista Fabio Cesare, impegnato nel Rondohengrin di Panariello.
Nel complesso un ottimo inizio di stagione, ennesima conferma della validità di Convivio Armonico di Area Arte, rassegna che si muove fra mille difficoltà, grazie alla quale il pubblico ha potuto apprezzare i lavori di compositori validissimi e di caratura internazionale, attivi tuttora a Napoli, e conoscere di persona alcuni musicisti, in quanto sia Panariello, sia De Luca erano presenti al concerto.

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.