Domenica 19 febbraio il duo Lanzini-Montomoli ospite dei “Concerti in Villa Floridiana”

Domenica 19 febbraio, alle ore 11.30, nel Vestibolo del Museo Duca di Martina (via Aniello Falcone 171 – Napoli), per il quinto appuntamento con la stagione “Concerti in Villa Floridiana”, organizzata dall’Associazione Musicale Golfo Mistico in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale della città di Napoli, nell’ambito della mostra “Un Museo…tutto da bere”, concerto del duo formato da Giovanni Lanzini (clarinetto) e Fabio Montomoli (chitarra).

In programma musiche di autori sudamericani

Costo del biglietto
Intero: 10 Euro
Ridotto (Under 25 e over 65): 8 Euro
Soci Fondazione Humaniter: 7 Euro

Per ulteriori informazioni
www.polomusealenapoli.beniculturali.it

______________________________

Programma

Antonio Carlos Jobim: Garota de Ipanema

Celso Machado
Sambossa (Bossa Nova)
Paçoca (Choro)
Piazza Vittorio (Choro Maxixe)

Angel Villoldo: El Presumido

Manuel Aróztegui: El Apache Argentino

Agustín Bardi: Gallo Ciego

Jorge Cardoso: Brota un lamento sentido (Milonga)

Carlos Guastavino
Cantilena n. 1 (…Santa Fe Para Llorar)
Pueblito, mi Pueblo (Canciòn Argentina )

Luis Rizzo: Tango

Alberto Ginastera: Canción al árbol del olvido

Astor Piazzolla
Bordel 1900
Cafè 1930
Nightclub 1960

Giovanni Lanzini
Diplomatosi giovanissimo in clarinetto presso il Conservatorio di Musica Statale “L. Cherubini” di Firenze, si è in seguito perfezionato con illustri strumentisti quali Karl Leister (Orchestra Filarmonica di Berlino), Primo Borali (Orchestra RAI di Milano) e Vincenzo Mariozzi (Accademia di Santa Cecilia di Roma).
Da anni svolge intensa attività concertistica che lo ha visto esibirsi per le più prestigiose Associazioni musicali italiane ed all’estero (Francia, Germania, Svizzera, Austria, Croazia, Svezia, Romania, ecc.) sia come solista che con i gruppi di musica da camera da lui fondati, tra i quali il Quartetto Italiano di Clarinetti, il Quartetto di Fiati “Benedetto Carulli”, il Trio Clarinetto Concertante ed il “Serenatensemble”.
Nel 1987 ha avuto l’opportunità di esibirsi dinanzi a Sua Santità Giovanni Paolo II in Vaticano e nel 1995 ha rappresentato l’Italia al VI Incontro Europeo del Clarinetto svoltosi a Pontarlier in Francia, ricevendo entusiastici consensi che gli hanno valso l’invito a tenere un concerto l’anno successivo presso il Conservatorio di Musica di Le Havre.
Nel 1990 si è esibito come “solista” nell’ambito del Festival di Spoleto.
Nel 1997 è stato inoltre invitato, con il Quartetto Italiano di Clarinetti, dalla Società dei Compositori Croati al 34° Festival di Musica Contemporanea di Opatija, dove ha eseguito “prime assolute” di compositori italiani dedicate al quartetto, registrando per l’occasione per Radio Zagabria e per la televisione nazionale croata.
Ha effettuato varie registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI nel 1987 e 1989 ed ha al suo attivo l’incisione di otto compact-disc di musica classica e contemporanea per le etichette EMI Classic, Bongiovanni, Miki-Mako, Agenzia Spaziale Italiana, Iktius, Avvenimenti, San Paolo Audiovisivi, EMA Records.
Premiato in vari Concorsi Nazionali ed Internazionali, nel 1987 ha vinto il Primo Premio Assoluto all’XI Concorso Internazionale di Musica “Città di Stresa” e nel 1989 il Primo Premio al Concorso Nazionale “Città di Genova”.
Dal 1981 è docente di clarinetto presso l’Istituto Musicale Comunale di Grosseto.
Dal 1994 ricopre il ruolo di “primo clarinetto” nell’Orchestra Sinfonica “Città di Grosseto”.
Cultore della storia e della letteratura della “famiglia” del clarinetto, affianca spesso nei suoi concerti al clarinetto moderno strumenti antichi e poco frequentati quali il “corno di bassetto” e lo “chalumeau”.
Con quest’ultimo strumento ha effettuato due tournée in Italia, Austria e Germania dove ha eseguito il raro “Concerto in Re minore per due chalumeaux” di G. Ph. Telemann, suonando tra l’altro nell’ambito del prestigioso “Bachfest” a Lipsia.
Giovanni Lanzini suona su strumenti Selmer.

Fabio Montomoli
Si diploma in chitarra con il massimo dei voti presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma con il M° Carlo Carfagna.
Frequenta il corso stabile al Mozarteum di Salisburgo con il M° Eliot Fisk ed il M° Joaquin Clerch-Diaz.
Nell’89 partecipa al Seminario Internazionale “Hommage a Andres Segovia” tenuto nella Bayerische Musikakademie di Marktoberdorf (Germania) suonando con l’orchestra di chitarre diretta da Leo Brouwer.
Segue le Master Classes alla Scuola di Fiesole e all’Akademie di Sobernheim in Germania.
Studia contrappunto e composizione con il M° Francesco Iannitti Piromallo il quale gli ha dedicato nel 2002 il Concerto in la maggiore per chitarra e orchestra pubblicato l’anno successivo ed eseguito nel 2006 in prima assoluta a Teramo.
Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il “Mauro Giuliani” di Bari nel ’92, nel ’95 registra un programma alla Radio Vaticana e nel ’97 registra in prima assoluta per Radio Rai 2 “Paesaggi”, Suite scritta per lui dal M° Fabrizio Festa.
E’ stato protagonista di recitals in tutta Italia e all’estero, suonando a Salisburgo, Sobernheim, Marktoberdorf, München, Wolfsburg, Beirut, Tyro, Cordoba, Granada, Girona, Volos, Malta, Minorca, Praga , Pilsen, Mosca, Heidelberg, tour in Finlandia (Tampere, Helsinki, Turku),Festival Internazionale di Hesbruck, e in un tour in Giappone (Tokyo, Hiroshima, Hayama, Kamakura) che gli ha procurato molti consensi e critiche positive.
“…è un concertista che ha lasciato un’impressione fresca con le sue qualità tecniche ed un suono che non è solo morbido ma anche molto trasparente…” Genday Guitar Tokyo (Giappone)
“…il suo repertorio è inusuale ed il suo approccio è personale e profondamente sentito…” Eliot Fisk, Professore di chitarra al Mozarteum di Salisburgo (Austria)
“…la sua capacità espressiva e la grande sensibilità umana, unite ad una tecnica sicura, fanno sì che il virtuosismo non escluda la musica, ma che al contrario le due cose si completino lungo il cammino sublime dell’arte…”Joaquin Clerch-Diaz, Professore di chitarra al Conservatorio di Dusseldorf (Germania)
Incide per la casa discografica “SAM classica “di Lari e per la M.P.A. di Milano
Tra i CD come solista spiccano varie prime registrazioni assolute e trascrizioni di importanti opere strumentali, tutte pubblicate nella collana personalmente diretta e curata “SAM pubblicazioni”.
Fabio Montomoli suona una chitarra del Liutaio Antonino Scandurra

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.