L’Ensemble Vocale Esedra si confronta con un Cinquecento musicale vario e ricco di fermenti innovativi

L’Ensemble Vocale Esedra, diretto dal maestro Ferdinando de Martino, e formato da Maria Sirignano e Gabriella Romano (soprani), Silvia Tarantino (contralto), Roberto Franco (tenore) e Angelo Florio (basso), ha recentemente tenuto un concerto nella Cappella del Vasari, situata all’interno della chiesa napoletana di S. Anna dei Lombardi.
La compagine, specializzata nell’esecuzione di musica antica, ha proposto una panoramica rivolta al repertorio cinquecentesco, iniziata con la Pavane di Thoinot Arbeau (pseudonimo di Jehan Tabourot), contenuta nel libro L’Orchésographie (1588), dove l’autore francese, immaginando di dialogare con un suo allievo, forniva delle approfondite descrizion i relative alle danze rinascimentali.
Ugualmente interessante, per i suoi risvolti storico-musicali, il successivo L’homme armé, motivo profano alla base di una quarantina di Messe composte durante il Rinascimento.
A seguire abbiamo ascoltato una serie di brani di Orlando di Lasso, Pierluigi da Palestrina, Baldassarre Donati, Giovanni Giacomo Gastoldi, Paolo Bellasio, Francisco Guerrero, Filippo Azzaiolo, che hanno fornito un quadro esauriente dei differenti generi presenti nel XVI secolo.
Un discorso a sé merita Gesualdo da Venosa (1566-1613), al quale è stata dedicata la prima parte della serata, con la presentazione del libro “Gesualdo & Gesualdo”, scritto dal professor Francesco Caloia, che descrive il rapporto fra il principe-compositore e il paese, sede del castello dove il musicista si rifugiò in più occasioni e che, dal 1596 alla morte, divenne la sua fissa dimora.
Anche l’ensemble ha voluto omaggiare l’autore, eseguendo i madrigali Io tacerò e Arde il mio cor, che ben evidenziavano come la musica di Gesualdo si differenziasse totalmente da quella dell’epoca, risultando in fortissimo anticipo sui tempi.
Il programma si completava con altri due esempi strumentali, una Estampia, forma musicale in voga fra il XII ed il XIII secolo, e la celeberrima Folia o Follia, motivo ricorrente nella storia della musica, essendo stato utilizzato da più di 150 compositori, le cui origini vanno ricercate in una danza contadina portoghese, riportata per la prima volta nel trattato De musica libri septem di Francisco de Salinas (1577).
Per quanto riguarda il lato interpretativo, l’Ensemble Vocale Esedra sta proseguendo nella sua meritoria opera di approfondimento di un repertorio quanto mai vario, quale quello cinquecentesco, grazie alla passione ed alla competenza di Ferdinando de Martino, abbinata alla bravura ed alla versatilità dei cantanti da lui diretti.
Solo per fare qualche esempio, Silvia Tarantino, oltre ad essere un ottimo contralto, ha fornito anche il suo valido contributo come violista, mentre il basso Angelo Florio si è ben cimentato nell’esecuzione di alcuni brani che necessitavano del flauto.
Ricordiamo, infine, il percussionista Francesco Manna, che ha accompagnato la compagine vocale nei brani di maggior vivacità, fornendo il suo apporto ad un concerto di grandissimo interesse, che ha aperto un’ampia finestra su un secolo particolarmente ricco di fermenti ed innovazioni in campo musicale, avvalendosi di un luogo quanto mai in tema come la Cappella del Vasari, in quanto dipinta dal celebre artista nel 1544.

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.