Il miracolo degli “Angiulilli”

Gli Angiulilli di Napoli a "Voci nel Chiostro" (giugno 2011)

Fra le recenti attività collaterali, portate avanti dall’Associazione Alessandro Scarlatti, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, va segnalato il progetto “La musica in mano ai criaturi”, nato nel 2008 e mirato a diffondere la cultura musicale fra le giovanissime generazioni.
Questa lodevole iniziativa si è concretizzata con la formazione di un coro di voci bianche, denominato “Gli Angiulilli di Napoli”, costituito da ragazzini che frequentano le classi delle elementari e delle medie inferiori dell’Istituto Comprensivo “Paolo Borsellino”.
Il gruppo è seguito da due docenti d’eccezione, Rosario Totaro e Salvatore Biancardi, che si sono avvalsi per la loro impresa del “metodo Kodály”, dal nome del suo ideatore, il compositore ed etnomusicologo ungherese Zoltán Kodály (1882-1967).
I primi risultati, di ottimo livello, si erano già potuti apprezzare prima dell’estate, in occasione di un concerto legato alla rassegna “Voci nel Chiostro”, dove “Gli Angiulilli”, con il supporto del Coro Mysterium Vocis, avevano eseguito alcuni brani del maestro Gaetano Panariello.
Qualche giorno fa, invece, l’ensemble corale è stato l’assoluto protagonista di un concerto, tenutosi nell’accogliente Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano (di proprietà di Intesa Sanpaolo), proponendo una serie di brani, fra loro molto differenti.
La parte iniziale era rivolta ad alcune piacevoli canzoni di Maurizio Spaccazzocchi, uno specialista del settore dell’infanzia, docente di Pedagogia musicale per didattica della musica al Conservatorio Rossini di Pesaro.
Secondo autore in programma, Gaetano Panariello (*1961), autore di Una volta c’era una gallina e Uffa che pizza, entrambi tratti dal musical per ragazzi “Al lupo, al lupo!” e della “Messa degli Angiulilli”, clou della mattinata, scritta appositamente per la compagine di voci bianche e proposta in prima assoluta.
Ci soffermiamo brevemente su questo pezzo, per sottolineare come il compositore sia riuscito, anche in questo caso, nel difficile compito di scrivere un lavoro che, pur essendo rivolto a esecutori giovani, non scade mai nel banale e mantiene una tensione costante, dove è ben presente la dimensione sacra.
La conclusione del concerto è stata affidata, invece, a tre canti popolari legati al Natale, fra i quali il celeberrimo Quanno nascette Ninno di S. Alfonso Maria de’ Liguori.
Va ancora ricordata la lettura di alcune poesie di Gianni Rodari (1920 – 1980), grandissimo giornalista e scrittore per l’infanzia, oggi colpevolmente dimenticato, di Rita Scherma (Se gli uomini sapessero) e di Ferdinando Russo (‘O presepio), che ha completato nel migliore dei modi il programma.
Per quanto riguarda la prova degli “Angiulilli”, abbiamo avuto la conferma del lavoro straordinario compiuto dai due docenti, Rosario Totaro e Salvatore Biancardi, con il primo che ha diretto la compagine ed il secondo che l’ha accompagnata al pianoforte.
Il coro ha evidenziato, infatti, buon affiatamento e la presenza di alcuni solisti molto validi, oltre a trasmettere fortissime energie positive.
Ottimo anche il comportamento degli spettatori, formati principalmente dai genitori dei coristi, che si sono dimostrati molto più attenti, rispettosi e partecipi di pubblici, almeno sulla carta, maggiormente blasonati.
Stampa specialistica molto esigua (ma non avevamo dubbi, vista la scarsa mondanità che circondava l’evento), e appuntamento ad una prossima occasione, con l’auspicio di avere la possibilità di applaudire ancora “Gli Angiulilli” e chi lavora per loro.

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.