Domenica 11 dicembre “Gli Angiulilli di Napoli” spiccano il volo

Domenica 11 dicembre, alle ore 11, nella prestigiosa sede di Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo 158 – Napoli), l’emozione sarà protagonista per il debutto ufficiale del coro di voci bianche Gli Angiulilli di Napoli, guidato dai docenti Rosario Totaro alla direzione e Salvatore Biancardi al pianoforte.
Nato nel gennaio 2011 e formato da circa 30 bambini alunni della ICS Paolo Borsellino di Napoli, il coro nasce dal progetto “La musica in mano ai criaturi”, che la Associazione Alessandro Scarlatti ha intrapreso nel 2008 con il sostegno di Intesa Sanpaolo.
Dopo un primo incontro con il pubblico avvenuto l’11 giugno 2011 nell’ambito del ciclo di concerti “Voci nel Chiostro”, dove ha interagito con il Coro Mysterium Vocis, quello di domenica rappresenta il vero e proprio debutto per Gli Angiulilli di Napoli, che si cimenterà nella prima esecuzione assoluta della “Messa degli angiulilli”, composta appositamente per loro dal compositore e docente Gaetano Panariello, accanto a canzoni per l’infanzia e canti natalizi tradizionali.

La musica in mano ai criaturi
L’incontro di questa mattina con i nostri piccoli cantori è il punto di arrivo di un lungo cammino intrapreso dall’Associazione Alessandro Scarlatti nel lontano 2007.
In coerenza con il dettato statutario che dedica particolare attenzione alla musica corale, si avviò un progetto destinato a includere nelle attività associative ragazzi della fascia di età compresa tra i 6 e i 15 anni, il cui coinvolgimento era rimasto sino ad allora episodico, e affidato all’iniziativa dei genitori. Nell’approfondire i diversi e numerosissimi metodi esistenti per avvicinare i bambini alla musica, una linea-guida è stata subito rintracciata nel detto di Amnesty International “i bambini imparano quello che vivono”.
Nasce così nel 2008, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, una serie di concerti sperimentali che ha permesso a bambini e ragazzi di accostarsi alla musica in modo diretto, venendo i ragazzi coinvolti di volta in volta dagli esecutori attraverso un ponte pedagogico che li vedesse del momento musicale invece di subirlo passivamente.
Gli incontri del 2008 sono stati dedicati all’approccio con generi musicali diversi (la musica leggera con Gianluca Catuogno, quella classica con Filippo Faes, il jazz con Francesco D’Errico), alla ricerca di un linguaggio che apparisse il più valido per questo tipo di proposta, del tutto nuova per la nostra Associazione. Questa ricerca ha poi portato alla seconda edizione, affidata nel 2009 a Gianluca Catuogno e al suo Kaos Music Lab, che ha coinvolto i partecipanti in giochi musicali attraverso piccoli strumenti costruiti sul momento o attraverso la body music, ottenendo in breve tempo il sorprendente risultato di introdurre i ragazzi presenti alla lettura della musica, attraverso un percorso intuitivo.
Nella terza edizione, nel marzo 2010, i piccoli intervenuti sono stati portati (sempre da Gianluca Catuogno e dal suo Kaos Music Lab), attraverso il gioco, ad una serie di esercizi volti alla creazione di un coro di voci bianche.
A tal fine, con i piccoli intervenuti si sono creati diversi momenti corali, coinvolgendo anche i genitori presenti. Nell’ultimo appuntamento c’è stato poi l’incontro con un coro giovanile composto da ragazzi di età lievemente superiore (Coro della Scuola media statale “Giuseppe Fiorelli”, diretto da Giuliana Calimeri) per una dimostrazione diretta: ognuno dei due gruppi ha infatti presentato i brani già preparati, e, a conclusione, tutti sul palcoscenico per un grande momento corale che ha coinvolto gli ensemble presenti e gli adulti che li avevano accompagnati.
Nel gennaio 2011 il progetto “La musica in mano ai criaturi”si è sviluppato nella formazione di un coro stabile di voci bianche, di età scolare a cavallo tra elementari e medie inferiori, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale “Paolo Borsellino”di Napoli.
Il coro, formato da circa 30 bambini, viene seguito in incontri bisettimanali da due insegnati di grande esperienza che seguono il metodo Kodály.
Un metodo induttivo che riesce a sviluppare gradualmente nell’alunno una conoscenza ritmica, melodica, formale, a partire dalle sue conoscenze innate, dalla sua madrelingua musicale, portando a livello conscio quello che è già presente a livello inconscio, facendo scoprire, in modo attivo, ciò che emozionalmente è già conosciuto.
Solo in un secondo momento si arriva all’astrazione del dato sensibile, elaborando la formazione di un concetto, codificato in un ulteriore momento in un segno, ma già posseduto a livello di esperienza concreta.
In questo modo si arriva ad un apprendimento significativo e duraturo.
Dopo un primo incontro con il pubblico l’11 giugno 2011 nell’ambito del ciclo di concerti “Voci nel Chiostro”, dove il gruppo ha interagito con il Coro Mysterium Vocis, quello di oggi rappresenta il vero e proprio debutto per il nostro coro di voci bianche, che si cimenterà nella prima esecuzione assoluta della “Messa degli angiulilli”, composta appositamente per loro dal compositore e docente Gaetano Panariello, oltre a proporre canzoni per l’infanzia e canti natalizi tradizionali.

Concerto fuori abbonamento
Prezzo del biglietto: 3 Euro in vendita un’ora prima del concerto.

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

_______________________________

Programma

Maurizio Spaccazzocchi
Le campane
Girotondo
Auli aulè
Piove pioviccica

Gianni Rodari: Il punto interrogativo

Maurizio Spaccazzocchi
Piano pianissimo
L’elefante con le ghette
R & L
Do – La

Gianni Rodari: Il maestro giusto

Gaetano Panariello: Una volta c’era una gallina

Gianni Rodari: Tragedia di un dieci

Gaetano Panariello: Uffa che pizza

Rita Scherma: Se gli uomini sapessero

Gaetano Panariello: Messa degli Angiulilli (prima esecuzione assoluta)
Kyrie
Gloria
Sanctus-Benedictus
Agnus dei

Gianni Rodari: Il mago di Natale (estratto)

Tradizionale: Su presto

Ferdinando Russo: o’ presepio

Sant’Alfonso Maria De’ Liguori: Quando nascette ninno

Tradizionale: Gli angeli delle nostre campagne

Coro di voci bianche “Gli Angiulilli di Napoli”
Il progetto “La musica in mano ai criaturi”, che la Associazione Alessandro Scarlatti ha intrapreso nel 2008, si è sviluppato nella la formazione di un coro di voci bianche stabile di età scolare a cavallo tra elementari e medie inferiori in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale Paolo Borsellino di Napoli,. Il coro, nato nel gennaio 2011 e formato da circa 30 bambini viene seguito in incontri bisettimanali dai docenti Rosario Totaro e Salvatore Biancardi.

Rosario Totaro
Nato a Napoli, si è diplomato al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli prima in pianoforte, sotto la guida di Carlo Ardissone, e successivamente in canto, con Tina Quagliarella.
Ha in seguito approfondito gli studi di canto con Michael Aspinall e con Claudine Ansermet.
Si è dedicato con passione alla direzione di coro, dapprima con Li chori in musica neapolitani e successivamente con il coro Mysterium Vocis di cui è l’attuale direttore, riscuotendo lusinghieri successi di pubblico e di critica. Da molti anni collabora come tenore con la Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio, con cui ha partecipato ad importanti manifestazioni e stagioni concertistiche in Italia e nei maggiori centri musicali europei.
Con la stessa ha inoltre partecipato a numerose registrazioni per le case discografiche Symphonia di Bologna e Opus 111 – Naïve di Parigi.
E’ docente presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino

Salvatore Biancardi
Pianista napoletano, si è diplomato presso il conservatorio” S.Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida di Tita Parisi e si è perfezionato poi presso l’Accademia di Portogruaro con K. Bogino.
L’attività concertistica lo ha visto sia nelle vesti di solista che in formazioni cameristiche (strumentali e vocali) collaborando e suonando per Associazioni-Enti lirici-Assessorati-Ministero
della pubblica Istruzione- RAI (con l’orchestra “A. Scarlatti”), Festival di Ravello, Città spettacolo di Benevento. Si è anche esibito in Germania- Svezia- Albania- Svizzera.
E’ docente di Musica da Camera presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella”

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.