Domenica 9 ottobre la violinista Isabelle Faust interpreta Debussy, Bartók e Busoni nell’ambito della rassegna “Il Nuovo L’Antico” di Bologna Festival

Domenica 9 ottobre, ore 20.30, presso la Biblioteca del Centro San Domenico, nell’ambito del progetto di musica contemporanea Debussy-Boulez torna ospite del Bologna Festival la celebre violinista Isabelle Faust insieme al pianista Alexander Melnikov.
In programma le Sonate di Debussy, Bartók, Busoni per violino e pianoforte, tre capisaldi del Novecento storico.
Il concerto è realizzato in collaborazione con il Centro San Domenico.
Il programma, appositamente studiato per questo progetto, presenta la Sonata in sol minore di Debussy, pagina “piena di un gioioso tumulto” che il grande compositore francese scrive nel 1917, ormai al termine della sua vita.
La virtuosistica e rapsodica Sonata n.2 per violino e pianoforte di Bartók risale al 1922; se ne ricorda una memorabile esecuzione realizzata a New York nel 1940 dallo stesso Bartók insieme al violinista Joseph Szigeti.
Conclude il concerto la Sonata n.2 op.36a di Busoni, lavoro di vaste dimensioni, capolavoro dai tratti singolari che guarda a Bach e Liszt, compositori molto presenti nel pensiero musicale di Busoni.

Prossimo appuntamento: 12 ottobre (Oratorio San Filippo Neri)
Schola San Rocco, Francesco Erle, musiche per coro di Mendelssohn, Brahms, Bruckner

Costo del biglietto del concerto
Posto unico: Euro 25; giovani fino ai ventisei anni: euro 8

Informazioni
Bologna Festival
via Lame 58
40122 Bologna
tel.: 051 6493397
sito web: www.bolognafestival.it

Biglietteria
c/o Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E) tel 051 231454
Tutti i giorni dalle 12 alle 19

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
tel.: 051 6493397
cell.: 328 7076143
e-mail: stampa@bolognafestival.it
______________________________________________________________

Isabelle Faust
Violinista di fama internazionale, a quindici anni Isabelle Faust vince il Concorso Leopold Mozart e più tardi, nel 1993, il Concorso Paganini.
Senza mai tralasciare l’attività cameristica, inizia una brillante carriera come solista, vantando un repertorio che spazia dalla musica barocca a quella contemporanea.
Suona con le maggiori orchestre europee, tra cui i Münchner e i Berliner Philharmoniker, la Gewandhausorchester Leipzig, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre de Paris, l’Orchestra del XVIII Secolo, la London Philharmonic e la BBC Symphony Orchestra. Claudio Abbado, Daniel Harding, Mariss Jansons, Jiří Bĕlohlávek, Marek Janowski sono alcuni dei direttori con cui collabora abitualmente.
Ugualmente importanti anche i concerti cameristici, che la vedono al fianco di artisti quali Lars Vogt, Alexander Melnikov, Christian Tetzlaff, Tabea Zimmermann, Steven Isserlis.
Il suo grande interesse per la musica contemporanea ne fa un interprete ricercata dei lavori di Morton Feldman, György Ligeti, Giacinto Scelsi, Olivier Messiaen, Luigi Nono.
Ha eseguito in prima assoluta opere di Werner Egk e Jörg Widmann; i compositori Thomas Larcher e Michael Jarrell le hanno dedicato i loro Concerti per violino.
Nella sua ricca discografia figurano l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Schubert, Schumann, Bartók e Fauré; il Concerto funebre di Hartmann, Poème di Chausson, musiche di Lutoslawski, Szymanowski e Janáček, oltre al Concerto per violino di Dvořák, brano a lei particolarmente congeniale, eseguito per la prima volta a quindici anni sotto la direzione di Yehudi Menhuin.
Isabelle Faust suona lo Stradivari “Bella addormentata” del 1704, in prestito dalla L-Bank Baden-Württemberg.

Alexander Melnikov
Nato a Mosca nel 1973, inizia gli studi all’età di sei anni e si diploma nel 1997 al Conservatorio di Mosca.
Importante l’incontro con Sviatoslav Richter che lo invita alla rassegna “Notti di dicembre” di Mosca.
Completa la sua formazione perfezionandosi con Elisso Virsaladze.
Come solista si esibisce con orchestre e direttori di fama internazionale, tra cui la Russian National Orchestra, la Filarmonica di San Pietroburgo, la Royal Concertgebouw Orchestra, la Gewandhausorchester Leipzig, la NHK Symphony Orchestra, la BBC Symphony Orchestra.
Come fortepianista collabora abitualmente con il Concerto Köln e Philippe Herreweghe. Dedica molta parte della sua attività alla cameristica, suonando con artisti quali Natalia Gutman, Yuri Bashmet, Pieter Wispelwey, Alexander Rudin o in duo pianistico con Andreas Staier, Boris Berezovsky e Alexei Lubimov.
Per dieci anni al fianco del violinista Vadim Repin, da tempo collabora stabilmente con la violinista Isabelle Faust. Insieme hanno registrato tutte le Sonate per violino e pianoforte di Beethoven, vari brani di Schubert e il Trio per violino, corno e pianoforte di Brahms insieme a Teunis van der Zwart.
Come solista ha inciso tutta l’opera pianistica di Skrjabin. Melnikov insegna al Royal Northern College of Music di Manchester.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.