A Viggiano l’australiana Jessica Jiang vince l’ottava edizione del Concorso Internazionale di Flauto “Leonardo De Lorenzo”

Dal 27 al 29 agosto, il comune di Viggiano ha ospitato, nella sala “Famiglia Salvi” dell’Hotel dell’Arpa, l’ottava edizione del Concorso Internazionale di Flauto “Leonardo De Lorenzo”.
La manifestazione, a cadenza biennale, nata nel 1997 grazie alla passione ed all’entusiasmo del maestro Gian-Luca Petrucci (tuttora organizzatore e direttore artistico dell’evento), è intitolata ad una delle maggiori personalità musicali della storia del paese potentino, che si affermò negli USA come solista, compositore, docente e saggista, proponendo inoltre un metodo innovativo di tecnica flautistica.
Quest’anno i partecipanti alla competizione erano diciassette, provenienti in prevalenza dall’Europa (fra cui tre italiani), ma anche la rappresentanza asiatica risultava piuttosto nutrita, indice della risonanza del concorso in ambito internazionale.
Dopo due sessioni eliminatorie, sono giunti in finale appena cinque solisti, che si sono confrontati con brani di Mercadante, Casella e De Lorenzo.
Al termine della prova conclusiva, la giuria, formata dai flautisti András Adorján, Pierre-Yves Artaud, Henrik Svitzer, Ransom Wilson, e dal pianista Orhan Memed, ha assegnato il premio “Leonardo De Lorenzo”, consistente in 5.000 Euro, all’australiana Jessica Jiang.
Un verdetto pienamente condivisibile, in quanto la flautista ha evidenziato, lungo l’intero concorso, un suono brillante e nitido, accompagnato da esecuzioni ricche di sfumature, dimostrando nel complesso di avere una marcia in più rispetto a tutti gli altri concorrenti.
La Jiang, in quanto vincitrice, ha ricevuto anche una testata d’argento del valore di 5.000 Euro, offerta dalla casa costruttrice di flauti WM. S. Haynes Company di Boston, appositamente creata per l’occasione, con inciso il nome del Concorso e l’anno della corrente edizione (iniziativa della quale beneficia solo un altro prestigioso concorso quale il “Maxence Larrieu” di Nizza), consegnata alla Jiang dalla nota flautista e direttrice d’orchestra Sandra Ragusa, vice presidente della ditta statunitense.
Secondo classificato l’ungherese David Simon, al quale sono andati 2.500 Euro, apparso solista molto solido e preparato, mentre per la terza posizione si è verificato un ex-aequo tutto orientale, con la cinese Yue Wu e la quindicenne sudcoreana Yaeram Park (in assoluto la più giovane fra le vincitrici delle varie edizioni del concorso), entrambe musiciste di buon livello, che si sono divise il premio di 1.500 Euro.
Va infine ricordato che, a tutti i premiati, è stato consegnato in dono uno spartito delle edizioni Svitzer.
Il programma della manifestazione è stato completato da tre appuntamenti serali, tenutisi sempre all’Hotel dell’Arpa.
Nel primo Gian-Luca Petrucci al flauto e Paola Pisa, che ricopre il delicato compito di pianista accompagnatrice di tutti i concorrenti, hanno dato vita ad un piacevole excursus di brani per flauto e pianoforte, scritti durante il Risorgimento, proponendo pezzi talora di rarissima esecuzione, appartenenti alla produzione di autori più famosi, come Mercadante, Krakamp e Briccialdi, o praticamente sconosciuti quali Carlo Michele Sola, Raffaello Galli ed il principe Michele Enrico Carafa.
Al termine del concerto, il maestro ha presentato l’interessantissimo cd della Valdom, intitolato “Non plus ultra a Viggiano”, comprendente registrazioni live di pezzi eseguiti dai solisti, che formavano le giurie delle precedenti edizioni del Concorso De Lorenzo.
E, in effetti, una delle peculiarità della rassegna, forse unica nell’ambito dei concorsi musicali, è rappresentata dal “concerto dei giurati”, secondo dei tre eventi serali, che ha avuto luogo il giorno prima della premiazione.
Fra i numerosi brani eseguiti nell’occasione, segnaliamo la prima nazionale di Plaudens per flauto solo della polacca Monika Kędziora (1971), risalente al 2010, interpretato da Pierre-Yves Artaud, che ha così voluto offrire al pubblico una delle recenti novità in campo flautistico.
Ultimo concerto, anch’esso molto atteso, quello dei vincitori che, dopo la premiazione, hanno interpretato con grande bravura alcuni dei pezzi eseguiti durante la competizione, davanti ad un folto pubblico formato dagli appassionati di musica e dalle autorità locali.
In conclusione il “Leonardo De Lorenzo” si è confermato premio di risonanza internazionale, caratterizzato dall’elevato spessore dei vincitori, ed ha avuto inoltre il grande merito di porre Viggiano al centro dell’attenzione, non per i consueti motivi, connessi alla presenza di piattaforme petrolifere sul suo territorio, con le conseguenti problematiche di natura ambientale, ma per ragioni puramente artistiche, legate al sentito omaggio nei confronti di un illustre concittadino.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...