Leone Sinigaglia: musica cameristica

Uno dei capitoli meno esplorati nella storia dei regimi nazista e fascista, concerne la messa al bando, seguita spesso dalla soppressione, di un numero imprecisato di compositori, la cui unica colpa era quella di essere ebrei.
Il fenomeno ebbe sicuramente proporzioni più vaste nella Germania hitleriana, considerando le nazioni che gravitavano nell’orbita tedesca, ma anche l’Italia, dopo la promulgazione, nel 1938, dei cosiddetti “Provvedimenti per la difesa della razza italiana”, fu teatro di molti episodi di grande tragicità, volti ad emarginare autorevoli figure artistiche.
Una di queste è sicuramente Leone Sinigaglia (1868-1944), nato in una famiglia agiata e colta della borghesia torinese, che ebbe un’ottima educazione e, fin da piccolo, intraprese seri studi musicali.
Ben presto capì di essere maggiormente predisposto per la composizione e, dopo i primi successi in veste di autore, volle allargare i suoi orizzonti, intraprendendo un breve viaggio in Europa centrale nel 1891, seguito, a partire dal 1894, da un soggiorno di perfezionamento quinquennale a Vienna.
Durante questo periodo ebbe contatti con Brahms, che non volle accettarlo come allievo, affidandolo a Eusebius Mandyczewski, mentre, tramite il violinista boemo Suk, riuscì ad entrare nelle simpatie di Dvořák che, caso rarissimo, acconsentì ad impartirgli una serie di lezioni.
Anche i più grandi direttori dell’epoca si accorsero di lui e la sua fama si accrebbe ulteriormente fino, si può dire, al fatidico 1938, che segnò l’inizio di un oblio che dura tuttora.
Sinigaglia morì tragicamente nel 1944, per un attacco cardiaco conseguente al suo arresto da parte della polizia fascista, che aveva fatto irruzione nell’ospedale Mauriziano di Torino dove l’autore si era rifugiato.
La Toccata Classics, casa discografica londinese che, come recita il suo slogan, rivolge da sempre la sua attenzione alla “musica dimenticata dei grandi compositori e alla grande musica dei compositori dimenticati”, ha recentemente dedicato a Sinigaglia un cd che raccoglie, in prima registrazione mondiale, quattro brani di musica da camera.
L’apertura è dedicata alla Sonata per violino e pianoforte in sol maggiore, op. 44, in pratica l’ultima composizione di una certa consistenza scritta da Sinigaglia.
I due successivi e brevissimi pezzi, sono la Romanza in re maggiore per violoncello e pianoforte, op. 16 (1898) e la Cavatina in sol maggiore per violino e pianoforte, con la quale si aprivano i Quattro pezzi romantici, op. 13 (1902).
La conclusione è affidata alla Sonata per violoncello e pianoforte in do maggiore, op. 41 (1923), divisa in quattro movimenti, che rappresenta il brano da camera di maggiore complessità nell’ambito della produzione di Sinigaglia.
Nonostante il vasto arco di tempo considerato, l’autore mostra una costante coerenza, che lo accompagnerà lungo l’intera carriera, contraddistinta da uno strenuo attaccamento alla lezione romantica.
Una peculiarità che traspare nel disco in tutta la sua magnificenza, grazie ad un terzetto, formato da Solomia Soroka (violino), Noreen Silver (violoncello) e Philip Silver (pianoforte), che si caratterizza, inoltre, per la qualità del suono e l’affiatamento instauratosi fra il pianista e le altre due soliste, contribuendo a fornire un’idea ben precisa sia dello stile di Sinigaglia, sia della sua abilità compositiva.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Cd e Sacd e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.