Bottesini: Duetti per contrabbasso e orchestra

La diffusione della musica jazz, ha fatto sì che il contrabbasso guadagnasse una popolarità mai riscontrata in precedenza.
Infatti, in ambito classico, ha sempre svolto un proprio ruolo nel contesto della sezione degli archi, ma quasi mai ha avuto l’onore di essere considerato uno strumento solista.
Una debita eccezione è riscontrabile nell’ambito della produzione di Giovanni Bottesini (1821-1889), compositore, direttore d’orchestra e solista di tale virtuosità, da passare alla storia come il “Paganini del contrabbasso”
Nato a Crema e morto a Parma, l’autore ebbe una vita molto movimentata, avendo sposato Claudina Fiorentini, un soprano di origini ispano-britanniche, che seguiva spesso durante le sue lunghe tournée intorno al mondo.
In più, la sua attività lo portò a calcare i palcoscenici di tutta Europa, e a suonare davanti alle più importanti teste coronate, ricevendo anche notevoli somme di denaro che, puntualmente, perdeva al gioco o in investimenti poco oculati.
In qualità di maestro d’orchestra, invece, diresse numerose opere di Verdi, Donizetti, Bellini e Rossini, e a lui fu affidata la “prima” dell’Aida, che si tenne al Cairo nel 1871 con enorme successo.
Una parte significativa della produzione di Bottesini, rivolta al contrabbasso, è stata recentemente raccolta in un cd della Stradivarius, intitolato “Duets”, dove allo strumento è affidato il ruolo di solista, o di co-protagonista, in coppia sia con il violino che con il clarinetto.
Il disco comprende il Concerto per contrabbasso ed orchestra n. 2 in si minore, il Duetto per clarinetto, contrabbasso ed orchestra, il Gran Duo Concertante e Passione amorosa, entrambi per violino e contrabbasso.
In tutti i pezzi emergono le grandi potenzialità dello strumento ad arco, ma anche le parti assegnate agli altri solisti risultano di notevoli difficoltà.
Relativamente agli interpreti, la parte del leone spetta all’ottimo contrabbassista Enrico Fagone, grande virtuoso dello strumento e figura di estrema versatilità, considerando il suo fondamentale contributo anche ad un gruppo sui generis come il Quintetto Bislacco.
Non gli sono da meno il violinista Walter Zagato (suo collega anche nel succitato ensemble), ed il clarinettista Corrado Giuffredi, che forniscono il loro splendido apporto, il primo nel Gran Duo Concertante e nella Passione amorosa, il secondo nel Duetto.
A supportare questi tre straordinari solisti vi è l’Orchestra della Svizzera Italiana, diretta da Christoph-Mathias Mueller, che completa nel migliore dei modi un organico di altissimo livello, mettendo in evidenza come Bottesini, passato alla storia soprattutto come interprete e direttore d’orchestra, fosse anche un compositore di assoluto valore.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Cd e Sacd e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.