Women of Firsts

A partire dalla fine dell’Ottocento, e per tutto il Novecento, la storia della musica è ricca di figure femminili di notevole spessore, la cui notorietà non si limitò al paese di nascita, ma raggiunse tutto il mondo.
Ce lo ricorda un cd della Centaur Records, intitolato “Women of Firsts”, che ha affidato al tenore Daniel Weeks e alla pianista Naomi Oliphant quattro brani, di altrettante compositrici, distintesi in un settore considerato di stretta competenza maschile
L’apertura è dedicata a Vitezlava Kaprálová (Brno, 1915-Montpellier, 1940) che, nonostante la brevissima esistenza, stroncata dalla tisi, ancora oggi rimane un saldo punto di riferimento della musica ceca e detiene diversi primati.
Fu, infatti, la prima donna a diplomarsi in composizione e direzione d’orchestra, nonché la prima rappresentante femminile a condurre l’Orchestra Filarmonica Ceca e l’Orchestra della BBC, in quest’ultimo caso durante il Festival di Musica Contemporanea che si svolse a Londra nel 1938.
Nel disco è presente con Forever, op. 12 (1936-37), tre brevi pezzi scritti nel 1936-37 su liriche dei poeti cechi Jan Carek e Jaroslav Seifert (premio Nobel per la letteratura nel 1984), in cui vi è quasi un presagio di una fine che sarebbe avvenuta lontana da casa.
Seconda autrice in programma, Grazyna Bacewicz (1909-1969), in assoluto la prima compositrice polacca ad ottenere riconoscimenti nazionali ed internazionali, cosa ancora più rimarchevole, se consideriamo il suo stile musicale, molto moderno e quindi in aperto contrasto con il regime stalinista.
Alla sua produzione appartengono i Tre canti per tenore ed orchestra, risalenti al 1938, su testi di un ignoto autore arabo, poi arrangiati nel 1958 nella versione per tenore e pianoforte registrata nel cd.
Anche la statunitense Amy Cheney (1867-1944) meriterebbe un articolo a parte per la sua lunga carriera.
Pianista prodigio, interruppe l’attività di solista dopo il matrimonio con il fisico Henry Beach, continuando quella di compositrice, per tornare alla ribalta concertistica una volta diventata vedova.
A lei si deve, fra l’altro, la prima sinfonia scritta da una donna americana (pubblicata sotto lo pseudonimo Mrs. H.H.A.).
Il disco della Centaur mette in evidenza le Three Browning Songs, scritte tra il 1895 ed il 1900 attingendo alla produzione poetica del britannico Robert Browning.
La chiusura dell’incisione è sotto il segno di Lili Boulanger (1893-1918), prima donna a vincere il prestigiosissimo Prix de Rome nel 1913.
Sorella della leggendaria Nadia, docente che formò generazioni di compositori, ebbe una carriera luminosa, prematuramente interrotta a causa della sindrome di Crohn, una malattia rara e devastante, diagnosticatale da bambina, che la accompagnò per tutta la sua brevissima esistenza.
Ottimo esempio della sua produzione è rappresentato da Clairières dans le Ciel (1913-14), che copre più della metà del cd, ciclo formato da tredici pezzi tratti dall’omonima raccolta del poeta simbolista francese Francis Jammes.
Alle origini della raccolta vi sarebbe probabilmente una storia d’amore fra Lili e David Devriès, tenore che eseguì in prima assoluta la composizione nel 1918, giusto una settimana prima della morte della Boulanger.
Uno sguardo, ora, ai due interpreti, il tenore Daniel Weeks e la pianista Naomi Oliphant.
Il primo evidenzia una voce molto bella ed espressiva, mentre la seconda risulta dotata di un tocco raffinato ed elegante.
Insieme, grazie ad un perfetto affiatamento e ad una innata sensibilità, riescono a creare un’ atmosfera che restituisce integralmente la forte intensità legata a testi sovente nostalgici e struggenti.
In conclusione un cd di grande interesse, prodotto grazie agli sforzi dei due esecutori, ed al contributo finanziario congiunto dell’Università di Louisville e della Kapralova Society, che aggiunge un altro tassello alla conoscenza della musica al femminile.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni cd e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...